curriculum

 

 




   Paolo Cherici ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio di Milano dove si è diplomato in chitarra con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Ruggero Chiesa. Ha in seguito frequentato i corsi di liuto tenuti da Eugen M. Dombois e Hopkinson Smith alla Schola Cantorum di Basilea.

   Svolge attività concertistica in Italia e all’estero (Europa, Stati Uniti, Canada, America Centrale, Brasile, Giappone) sia in ensemble che come solista partecipando ad importanti festival e rassegne di musica antica (S. Maurizio-Milano, Santa Cecilia-Roma, San Marco-Venezia, Autunno Musicale di Como, Ravenna Festival, Parigi, Versailles, Montpellier, Amiens, Bruges, Vienna, Salisburgo, Innsbruck, Graz, Lugano, Locarno, Montreux ecc.).

   Ha al suo attivo più di 70 incisioni in varie formazioni con un repertorio che spazia dal Rinascimento al Barocco.

   Particolarmente significative sono le incisioni realizzate come solista e in duo con il soprano Claudine Ansermet, che hanno ottenuto i massimi riconoscimenti dalla critica internazionale.

    In particolare il disco Soupirs Meslés d’Amour, arie di corte di Pierre Guédron, ha ottenuto il prestigioso Diapason d’Or du Siècle.

   Ha collaborato con importanti enti sinfonici e lirici quali la Scala di Milano, il Regio di Torino, il Teatro Verdi di Trieste, il Teatro Massimo di Palermo, il Maggio Musicale Fiorentino, l’Academia Montis Regalis, I Barocchisti di Lugano, L’Accademia Bizantina, lo Staatstheater di Dresda, il Megaron di Atene.

   Ha curato diverse pubblicazioni fra cui l’opera omnia per liuto di Bach, l’Antologia delle intavolature di Ottaviano Petrucci, i Concertini per camera a Violino, Violoncello o Tiorba op. I di Francesco Manfredini, i Duetti liutistici del Rinascimento italiano e inglese. Tiene regolarmente corsi di perfezionamento sulla prassi esecutiva liutistica. E’ docente al Conservatorio di Milano.